Pubblicato il

Malasanità a Vercelli Piemonte. Garze e pinze dimenticate nella pancia dopo un’operazione.

Malasanita-Vercelli-Piemonte-aMalasanità a Vercelli, ancora un’altro incredibile errore medico questa volta in Piemonte, una giovane donna di 40 anni scopre di avere nell’addome garze e pinze dimenticate durante un’operazione cui si è sottoposta nel 2012.

Dopo il delicato intervento per l’asportazione di utero, tube ed ovaie, durato più di due ore la donna accusava fortissimi dolori. Inizialmente i medici le dicevano che i dolori erano causati dai punti, successivamente.
Per sette volte si reca in ospedale per gli insopportabili dolori, sempre rimandata a casa con semplici calmanti.

“Di notte mi mancava il respiro tanto soffrivo, e la pancia si gonfiava sempre più: sembravo incinta di sei mesi. Mi visitavano, mi dicevano che non c’erano emorragie e mi rimandavano a casa”
Solo a febbraio di quest’anno dopo una radiografia si scopre che nell’addome della donna c’erano due garze chirurgiche dalle dimensioni di 40 centimetri per 60, e di un “cuscinetto metallico retratto addominale” lungo 25 centimetri e spesso 4, piegato a “L”.
La danna mercoledì 30 aprile ha querelato i medici. Indagano i carabinieri dei Nas di Torino, su delega del pm Pierluigi Pianta della Procura di Vercelli. La cartella clinica è stata posta sotto sequestro.
Un altro caso di malasanità in cui la vittima dovrà ottenere il giusto risarcimento danni.
.

Articolo pubblicato da Giovanni Zappalà

Venerdì 2 maggio 2014

Redazione risarcimenti-online.it

© Riproduzione vietata

 

.