Pubblicato il

Malasanità in Veneto. La ferita infettata fino all’osso, vivo un’odissea quotidiana

La denuncia di un anziano di Tarzo dopo aver subito un doppio intervento chirurgico: “Non so ancora per quanto ne avrò”. In corso l’indagine dell’Usl.

"La ferita infettata fino all'osso, vivo un'odissea". Malasanità in VenetoMalasanità in Veneto – VITTORIO VENETO – «Un’operazione fatta male, poi un secondo intervento, quindi la ferita si è infettata fino all’osso e ora cure mediche che ogni giorno, mattina e sera, mi portano in ospedale. Sto vivendo un’odissea e non so ancora per quanto ne avrò».

È un 73enne residente a Tarzo, a denunciare, carte alla mano, quello che lui definisce un caso di malasanità che sta vivendo sulla sua pelle. Sul caso l’Usl 7 ha già avviato un’indagine interna, dopo la segnalazione dello stesso paziente. Ora l’uomo è costantemente seguito dal primario e le terapie sembrano dare buoni esiti. Ma la causa legale è pressoché certa.

.

gazzettino.itFonte: gazzettino.it

di Claudio Borsoi

Sabato 10 maggio 2014

 

.

.

.